Neni Giovanni Geninatti – Neuropsichiatra Infantile

Il Neuropsichiatra Infantile, il dott. Neni Giovanni Geninatti  è iscritto all’Albo con il numero 17363.

E’ medico chirurgo, Dottore di ricerca per i Disturbi pervasivi dello Sviluppo. Ha lavorato per anni presso l’Asl To1 come responsabile dell’Unità Operativa Specializzata in Disturbi dello Spettro Autistico. Collabora con il Presidio Sanitario san Camillo e lavora presso studio privato nell’ambito dell’Età Evolutiva.

Angelica Borini – Logopedista

Diplomata in tecnico di Audiometria e Fonologopedia nel 1987presso l’Università degli Studi di Torino e successiva equipollenza al diploma di logopedia, dopo opzione per questa specialità, nel 2000 (atto presso la ASL TO1).

Dal diploma di logopedia  fino al 1991 ha svolto la sua attività presso il servizio di Audiometria e Ortofonia dell’Azienda Ospedaliera di Melegnano( MI), successivamente ha svolto e svolge attività libero-professionale presso diverse strutture.

Ha effettuato un percorso straordinario nel 2010 conseguendo la laurea in Logopedia presso l’Università degli Studi di Padova, nel 2020 Master DSA e BES.

 

Giulia Dabormida – Logopedista

Ha conseguito la Laurea in Logopedia presso l’Università degli Studi di Torino nel 2018. Ha frequentato il Master Airipa Piemonte “DSA e BES: dalla diagnosi all’intervento”, specializzandosi nella diagnosi e nel trattamento dei Disturbi dell’Apprendimento.

Esercita come libera professionista in centri privati e convenzionati di Torino e provincia, dove si occupa principalmente della valutazione e della rieducazione dei disturbi in età evolutiva (disturbi di apprendimento e di linguaggio, disturbi pervasivi dello sviluppo, disprassia, deglutizione disfunzionale, balbuzie, disfonia, dislalie e sordità) ma anche in età adulta (disfagia, disartria, afasia e disfonia).

 

Cristina Mereu – TNPEE

La dott.ssa Cristina Mereu ha conseg

uito la laurea con lode in “Terapia della Neuro-Psicomotricità dell’Età Evolutiva” presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Torino.

Attualmente è masterizzanda in Neuropsicologia dei Disturbi del Neurosviluppo. Si occupa di interventi di prevenzione, cura  e riabilitazione delle malattie neuropsichiatriche infantili. Lavora presso strutture private, soprattutto in ambito di valutazione e trattamento dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

 

Vania Venturelli – Tutor DSA

La Dott.ssa Vania Venturelli ha conseguito una laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche ed una laurea in Scienze della Formazione. Attualmente sta conseguendo la laurea magistrale in Psicologia Clinica.
Ha frequentato un Master annuale DSA, BES e ADHD presso l’Istituto Galton (certificato dal Miur) ed un ulteriore Master di 300 ore sempre come Tutor Dsa.
Lavora in libera professione come Tutor dell’Apprendimento creando percorsi personalizzati per il supporto didattico e per lo studio. Gli incontri possono svolgersi sia “in presenza” in studio che “a distanza” attraverso le diverse piattaforme on line. Maggiori info su www.vaniaventurelli.it.

 

Chiara Zanasi – Tutor DSA

Laureata in Economia e Commercio, Counselor sistemico-relazionale. Docente presso scuole di formazione professionale. Collabora da anni con l’Associazione “Scuola e Futuro”. Formatasi presso l’Associazione Italiana Dislessia (AID) come Tutor DSA. Disponibile a costruire percorsi personalizzati, in presenza (in studio o domiciliari) e/o on line.

 

Paola Zanellato – Avvocato

L’avvocato Paola Zanellato è iscritta all’Albo degli Avvocati di Torino, n. 7268.

Ha una lunga esperienza nell’ambito del diritto civile. A seguito dell’introduzione della Lg. 170/2010 a tutela dei bambini e dei ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, ha approfondito con perizia la seguente normativa a tutela del Diritto allo Studio. Nelle situazioni di comprovato DSA o BES (Bisogni Educativi Speciali) affianca i bambini o ragazzi e le loro famiglie qualora i percorsi didattici personalizzati non vengano attuati, fungendo da mediatore con l’Istituto Scolastico.

Offre, inoltre, assistenza durante l’iter previdenziale per l’assegnazione dell’assegno di indennità di frequenza e di eventuali ricorsi all’Autorità Giudiziaria competente.